ERITRITOLO: IL NUOVO DOLCIFICANTE NATURALE A ‘0’ INDICE GLICEMICO

Eritritolo: proprietà, benefici e utilizzo in cucina - inNaturale

L’eritritolo è uno zucchero naturale che si trova nella frutta e in alcuni cibi fermentati, può essere prodotto anche con un processo di fermentazione a partire da carboidrati mediante lieviti selezionati.

Da un punto di vista chimico è un polialcol ed ha un elevato potere dolcificante con un INDICE GLICEMICO pari a zero, quindi può essere di aiuto per persone affette da diabete o con alterato metabolismo degli

zuccheri oppure per chiunque voglia limitare l’assunzione di zuccheri e controllare picchi glicemici ematici.

Oltre a questa sua caratteristica, l’eritritolo, ha anche altre proprietà benefiche:

Rispetto ad altri dolcificanti di sintesi, ridotto rischio di diarrea e di crampi addominali: infatti l’eritritolo viene assorbito per il 90% direttamente nell’intestino tenue, ed eliminato per via renale, evitando così l’accumulo e il richiamo di acqua nel lume intestinale, che sono causa dei problemi intestinali.

Carie e Alimentazione

dei denti dalla carie in quanto non viene convertito in acidi dai batteri della bocca e quindi di non favorisce la sovracrescita batterica del cavo orale, ma invece sembra avere un ruolo protettivo contro la placca batterica

Rispetto ai dolcificanti di sintesi, da ridotto rischio di diarrea e di crampi addominali: infatti l’eritritolo viene assorbito per il 90% dall’intestino tenue evitando così l’accumulo nel lume intestinale e il richiamo di acqua, causa di problemi intestinali.

ha un effetto antiossidante e per questo può avere un ruolo protettivo sulla mucosa intestinale, dall’azione ossidante dei radicali liberi

è ottimo per la preparazione di dolci

Torta di compleanno per diabetici - (3.3/5)

ha un ridotto apporto energetico (0,2 kcal/g), e potere dolcificante 60-80% rispetto al saccarosio, ha assenza di retrogusto amaro

ha un elevata tolleranza digestiva e intestinale, paragonabile a quella del saccarosio

ATTIVITA’ SPORTIVA: CONSIGLI PER LA RIPARTENZA

esercizio fisico aria apertaDopo lo stop delle attività sportive imposto dal lockdown, gradualmente riprendiamo i nostri sport preferiti. Molti di noi non hanno smesso del tutto cercando di mantenersi in allenamento con attività in casa o intorno casa, ora però, con la riapertura dell’attività all’aria aperta, tutti abbiamo pensato di prendere la bici o mettersi le scarpe da corsa e partire per un giro infinito…. ma forse non siamo del tutto pronti: consigli per la ripartenza.

  1. l’attività indoor non è uguale in intensità, propriocezione e forse anche durata rispetto a quella all’aperto, soprattutto per chi fa sport di endurance, probabilmente abbiamo perso un po’ di allenamento e un po’ di resistenza: in questo momento il allenamento gelnostro corpo si deve riadattare ad attività prolungate e a gestire la fatica, per questo  ha bisogno di ENERGIA ==> Durante l’attività,  anche se prima non eri abituato, porta sempre dietro gel energetici o barrette energetiche, oppure metti maltodestrine nella borraccia: ti serviranno a sostenere lo sforzo e a garantire energia costante ai tuoi muscoli
  2. la stagione è cambiata, sta arrivando il caldo! in questo momento, durante l’attività fisica potresti sudare più di prima perché fai più sforzo e la temperatura è cambiata: hai bisogno di LIQUIDI ==> durante l’attività fisica bevi sempre ciclista che beve sottom il soleregolarmente acqua e sali minerali, per ripristinare i liquidi e i minerali persi con il sudore. Attenzione alla disidratazione!! è una condizione pericolosa che predispone all’infortunio muscolare, diminuisce i livelli di attenzione e la performance sportiva…. è una delle principali cause di stanchezza!!
  3. riprendi l’attività fisica con gradualità in termini di intensità, volume, durata e frequenza dell’attività: dobbiamo riadattare il fisico allo sforzo! segui le Linee Guida per la ripresa dell’attività fisica post-Covid19 : https://www.sportesalute.eu/primo-piano/1954-le-linee-guida-per-la-ripartenza-dell-attivita-fisica-non-agonistica-della-federazione-medico-sportiva-italiana.htmlsport stanchezza
  4. Segui una dieta equilibrata, sufficiente in energia e nutrienti e con cibo di qualità, se riprendi l’attività fisica ora, non puoi fare diete sbilanciate : mangia in maniera adeguata pensando al nutrimento per la salute e per l’attività fisica. Nutrizione e allenamento sono due faccia della stessa medaglia, nello sport l’una richiede l’altra…              

BUON ALLENAMENTO!!

Bottega Dietetica è anche un negozio di ottimi integratori per lo Sport

albero negozio

COME ALZARE LE DIFESE IMMUNITARIE: I CONSIGLI DI BOTTEGA DIETETICA – nutraceutici

Ed eccoci all’ultimo approfondimento sulle difese immunitarie, in questa sezione parleremo di NUTRACEUTICA* e di quali prodotti possono aiutarci in questa stagione fredda .nutraceutici estratti

Consigliamo comunque di leggere anche le sessioni precedenti, perchè senza un’approccio che includa la dieta e lo stile di vita, la sola nutraceutica rischia di essere inefficace o di poco utilità.

I prodotti nutraceutici che possono mantenere o migliorare il nostro sistema immunitario sono di diversi tipi, ne riportiamo alcuni tra i più efficaci (IL SEGUENTE ELENCO E’ PURAMENTE INFORMATIVO, NON SOSTITUISCE INDICAZIONE MEDICA E NECESSITA DI VALUTAZIONE DELLE ESIGENZE INDIVIDUALI)

ProbioticsPROBIOTICI: come già detto, prodotti probiotici  sono ceppi batterici benefici che migliorano la composizione della flora intestinale, alla base di un buon sistema immunitario. Il microbiota (l’insieme dei batteri che abitano nelle nostre mucose), oltre a rappresentare una vera e propria barriera contro germi patogeni, produce tante sostanze utili al nostro corpo, anche Immunoglobuline per la difesa delle mucose. Inoltre l’intestino è una stazione immunitaria, cruciale per la gestione dello stress, la modulazione dell’infiammazione, l’assorbimento di sostanze nutritive e l’attivazione del sistema immunitario: la sua integrità ed equilibrio è fondamentale per il sistema immunitario. Non tutti i cosiddetti ‘ fermenti lattici’ hanno queste proprietà: i probiotici propriamente detti devono essere ceppi isolati di tipo umano, avere una buona capacità di attecchimento, saper superare la barriera acida dello stomaco e essere in una quantità sufficiente per arrivare nell’intestino e colonizzarlo. Solo scegliendo un buon probiotico si può avere l’effetto benefico sull’intestino e rafforzare le difese immunitarie.

COLOSTRO: è detto ‘primo latte’, è il liquido che la madre produce nei giorni subitolatte in brocca dopo il parto prima della montata lattea proprio per trasmettere le proprie difese immunitarie al figlio appena nato. E’ ricco di immunoglobuline A, sostanze immunomodulatrici, fattori di crescita, proteine e sali minerali. In commercio si trova di origine animale,  sottoforma di liofilizzato da assumere disciolto in acqua,  può essere un validissimo aiuto in tutti i casi in cui c’è bisogno di aumentare le difese immunitarie o di riequilibrarle (allergie). Disponibili in commercio colostro bovino , ovino e di asina (il più simile a quello umano).

FUNGHI MEDICINALI CINESI: la medicina tradizionale cinese da secoli utilizza le reishi su alberoproprietà nutraceutiche dei funghi per prevenire e curare molte malattie. I funghi medicinali cinesi hanno un contenuto in glucani e minerali (anche rari) che influiscono sul nostro sistema immunitario intestinale in maniera tonica e fortemente riequilibrante: in particolare Reishi e Cordyceps, sono due funghi particolarmente efficaci nel migliorare le nostre capacità di difesa immunitaria. I funghi medicinali si assumono preferibilmente al mattino associati a vitamina C che ne migliora l’assorbimento. Importante sapere che i funghi assorbono tutte le sostanze presenti nell’ambiente dove sono cresciuti, per cui è importante scegliere prodotti di cui si conosce la provenienza e il produttore.

MIELE – MIELE DI MANUKA: è il miele derivato dall’albero della Manuka che cresce in Nuova Zelanda e in Australia ed ha spiccate capacità antimicrobiche, grazie alla miele manukapresenza del Metilgliossale (MGO). Può essere presente in varie concentrazioni, è responsabile dell’azione antibatterica e ne determina anche il prezzo. Può essere usato come coadiuvante in tutte le affezioni da raffreddamento, l’efficacia del prodotto dipende dalla purezza, attenzione alle miscele di mieli diversi che poco hanno di Manuka! In commercio disponibile Miele di Manuka originale in varie concentrazioni e formulazioni , dal miele puro, agli sciroppi e le caramelle.

PROTEINE – AMINOACIDI: le proteine e gli aminoacidi (i loro costituenti) sono i aminoacidi essenzialicomponenti della maggior parte delle molecole coinvolte con l’immunità: le immunoglobuline (anticorpi), le citochine, le molecole di trasporto e messaggere, hanno tutte struttura proteica. La carenza proteica nella dieta diminuisce la disponibilità di costituenti anche per la sintesi di queste importanti fattori immunitari e quindi può portare alla diminuzione delle difese immunitarie. Una dieta adeguata può ovviamente provvedere al fabbisogno di proteine, ma va tenuto conto della qualità delle proteine assunte, con la loro composizione in aminoacidi essenziali, soprattutto in condizioni in cui i fabbisogni sono aumentati (sport, gravidanza-allattamento, malattie croniche, infezioni, invecchiamento, …). Al bisogno, la scelta di proteine o di pool aminoacidici di alta qualità, può aiutare a sostenere le difese immunitarie quando la dieta non è sufficiente.

vitamina cVITAMINA C: indispensabile in inverno per le nostre difese: è un potente antiossidante e stimola alcune cellule del sistema immunitario. Le formulazioni estratte da fonti naturali (acerola, rosa canina) sono meglio assimilate.

CURCUMA: contiene curcumina ad azione antiossidante e curcumaspiccatamente antinfiammatoria. La curcumina ha una bassa biodisponibilità, vuol dire che della quantità assunta, solo pochissima viene assorbita, per questo spesso si trova associata ad altre sostanze che ne aumentano la frazione assimilata. Per scegliere un buon nutraceutico a base di curcuma, che sia efficace e sicuro, valutare la presenza di altre sostanze ed affidarsi a marchi di comprovata qualità (è recente la questione di integratori di curcuma venduti su internet che contenevano pepe contaminato da sostanze tossiche….) o chiedere garanzie al venditore

FITOTERAPICI: possono esserci diverse piante con effetti positivi sul sistema immunitario (Echinacea, Schisandra, Astragalo tra quelli con efficacia dimostrata), hanno un effetto in generale più  ‘adattogeno’ e utile nella fase acuta. Va ricordato che le piante, possono contenere anche centinaia di molecole bioattive e non solo quella a cui si fa riferimento per l’effetto ricercato, quindi più soggette ad effetti collaterali. echinacea fioreSpesso i principi attivi fitoterapici agiscono come veri e propri farmaci e interferiscono con i farmaci a livello degli enzimi epatici, per questo ne è sconsigliato l’utilizzo in contemporanea a farmaci convenzionali. Inoltre possono essere più soggette a contaminazioni da parte di trattamenti delle piante stesse o di solventi utilizzati per l’estrazione. Per questi motivi, è consigliabile scegliere attentamente la formulazione (provenienza, titolazione, trattamenti), evitare l’autoprescrizione e l’utilizzo in caso di terapia farmacologica.

Termina qui questa lunga carrellata sui fattori che influiscono sulle difese immunitarie, come consigli utili alla prevenzione e al mantenimento di un sistema immunitario sano ed efficiente. Ricordiamo che i consigli finora illustrati non hanno effetto di trattamento e in caso di patologia è necessaria valutazione medica, hanno lo scopo di fare una corretta informazione e dare nuove opportunità per la cura di se stessi e del proprio benessere.

Bottega Dietetica ringrazia tutti per l’attenzione e l’interesse dimostrato a questi argomenti e ricorda che molti dei prodotti illustrati sono disponibili all’interno del negozio. Ricordiamo inoltre che tutti i nostri prodotti sono accuratamente scelti con attenzione alla composizione, alla provenienza e alla qualità, sempre nell’intenzione di voler essere un riferimento per la salute e il benessere delle persone.

La salute va curata, la conoscenza e l’informazione servono per scegliere.albero negozio

Bottega Dietetica, da 10 anni,  è il negozio per la tua salute.

 

 

 

*APPROFONDIMENTO: I cosiddetti ‘NUTRACEUTICI’ sono alimenti o composti vegetali presenti in natura che possono avere un effetto benefico sulla salute, quindi includono gli integratori alimentari e altri composti che non necessariamente vanno ad ‘integrare’ una carenza nella dieta ma che comunque apportano un beneficio allo stato di salute della persona. Ovviamente le proprietà nutraceutiche di un prodotto devono essere scientificamente dimostrate ed essere adeguate alla persona, non apportare rischi o controindicazioni ed essere realmente utili

 

COME ALZARE LE DIFESE IMMUNITARIE: I CONSIGLI DI BOTTEGA DIETETICA – stress

Torniamo agli approfondimenti di Bottega Dietetica sulle difese immunitarie e stavolta parliamo di STRESS e della relazione che questa condizione ha con in sistema immunitario. Siamo vicini al Natale quando avremo la possibilità di riposare  e rilassarci un po’, approfittiamone per pensare al nostro benessere e pianificare strategie ‘antistress’ per il nuovo anno…

stress 1 (2)Ma cos’è veramente lo stress e come può influire sul nostro sistema immunitario ? Lo ‘stress’  è qualsiasi situazione/evento/condizione che il nostro corpo deve ‘sopportare’: è un cambiamento, un adattamento necessario ad un cambiamento, è una perturbazione di un’omeostasi, cioè di un equilibrio. Come tale può essere stressante una situazione psicologica, sociale, fisica, l’alterazione dei ritmi circadiani, come anche un’infezione, una malattia cronica,  il cambio climatico,  il cambio di lavoro, la nascita di un figlio, non dormire, non mangiare… tutto quello che ci impone di uscire 
stress 7dall’ equilibrio e  trovarne un altro. Quando lo stress ci fa reagire e creare una nuova situazione di stabilità e benessere, è positivo (‘eustress’), quando invece non siamo in grado di trovare un nuovo equilibrio e non riusciamo a cambiare o a sopportare la situazione è dannoso ed è detto ‘distress’. Quello che ci fa male è il ‘distress’, è lo stress in eccesso o quello cronico non risolto. Lo sforzo continuo ad un adattamento ci logora ed esaurisce le nostre energie psicofisiche e, nel tempo può essere molto dannoso per la salute.

pneiLa reazione allo stress non è solo psicologica ma anzi, consiste in una serie di reazioni fisiologiche a carico del sistema nervoso, endocrino, immunitario mirate a reagire e tornare in una situazione di equilibrio. La nostra capacità di adattamento, quindi, e di gestione dello stress dipende dalla salute del nostro sistema psicologico, nervoso, endocrino e immunitario, ed è su ciascuno di questi che dobbiamo lavorare per migliorare la nostra capacità di adattamento e la tolleranza allo stress!

Va considerato inoltre che, oltre allo stress percepito, oggigiorno siamo sottoposti ad un continuo stress ‘invisibile’, dato dal rumore, l’inquinamento atmosferico, inquinamento elettromagneticoelettromagnetico e del cibo, la vita al chiuso…. l’uomo nascerebbe per stare all’aria aperta, scalzo, ai suoni della natura, mangiando quando ha fame, dormendo quando ha sonno e seguendo i ritmi circadiani alzandosi all’alba e andando a letto al tramonto ….. la vita di oggi è molto diversa, più evoluta per certe cose ma richiede un continuo sforzo di adattamento a questi cambiamenti e rappresenta già uno stress cronico.

Cosa si può fare?

Gestire lo stress significa occuparsi di tutti gli aspetti coinvolti con questo complesso sistema, renderlo efficiente per riuscire a fare tutto ciò che vogliamo  e sentirsi bene.

stress psicologicoSTRESS PSICOLOGICO: oltre all’aiuto di esperti nei casi in cui ce ne sia bisogno, il PENSIERO POSITIVO è l’atteggiamento più giusto per approcciarsi alla vita quotidiana. Sappiamo che il pensiero influenza il rilascio di neurotrasmettitori e ormoni, il sistema immunitario e l’attività cellulare, e che tecniche di allenamento come la meditazione (fatta con esperti), lo yoga, esercizi di respirazione o ascoltare certi tipi di musica armonizza e riequilibra le nostre attività cerebrali. Non dimentichiamo l’attività fisica non esaustiva, che ha un effetto positivo sull’umore.

SISTEMA ENDOCRINO: per reagire servono gli ormoni cortisolo e adrenalina, per tornare all’equilibrio e al benessere serve la serotonina, la capacità di fornire questestress endocrino sostanze al bisogno dipende anche dalla disponibilità dei precursori di queste sostanze, è per questo che il magnesio, le vitamine del gruppo B, gli aminoacidi, la vitamina C, devono essere assunti in quantità sufficiente, soprattutto nei periodi di stress.

SISTEMA IMMUNITARIO: il sistema immunitario risente degli altri apparati e risponde creando infiammazione, che è quella che porta alla risoluzione, ma che poi deve essere ‘spenta’ da sufficienti capacità antinfiammatorie. Possiamo sostenere questi meccanismi molto complessi cercando di mangiare bene (vedi post precedente sulla DIETA) e, al bisogno sostenendo le nostre difese immunitarie con nutraceutici coadiuvanti. Sono diversi i composti funzionali che possono aiutarci in questo senso, l’importante è scegliere quello più adatto alla persona (l’argomento sarà trattato nel prossimo post), per anticipare alcuni esempi possiamo dire che  il colostro, i funghi medicinali cinesi, la vitamina C e D, i probiotici possono essere molto tonici sul sistema immunitario, come anche omega 3 di buona qualità, che migliorano le capacità antinfiammatorie.  Attenzione per chi invece ha già difese troppo alte come gli allergici o nelle malattie autoimmuni, in cui l’approccio deve essere riequilibrante e non stimolante!

Lo stress  eccessivo oggi è un problema comune da non sottovalutare, per la salute, bisogna imparare a gestirlo partendo dall’alimentazione e lo stile di vita ….. ‘mens sana in corpore sano’!!

albero negozio

__bottega dietetica__

PIZZA DI CAVOLFIORE

La pizza di cavolfiore può essere un’idea per mangiare un piatto di sicuro gradimento nella versione LEGGERA, DIETETICA, SENZA FARINA, SENZA GLUTINE. Noi la proponiamo SENZA LATTE E LATTICINI  per chi non li tollera o vuole evitarli

INGREDIENTI IMPASTO

  • cavolfiore 600g
  • parmigiano vegano 60g parmigiano vegetale
  • uova 2
  • origano q.b.
  • sale e pepe q.b.

FARCITURA MARGHERITA

  • parmigiano vegano 80g o mozzarella vegetale 100g
  • passata di pomodoro q.b.
  • olio extravergine di oliva 1 cucchiaio
  • basilico q.b.
  • sale q.b.

PREPARAZIONE

Frullare solo i fiori del cavolfiore in un mixer e ridurre finemente in briciole. Mettere il cavolfiore così sbriciolato in una padella antiaderente a fuoco medio e farlo asciugare mescolando continuamente. Fare asciugare.

In una scodella sbattere le uova con il parmigiano vegano e l’origano, poi aggiungere il cavolfiore mescolando bene.

Preriscaldare il forno a 250° con la teglia che userete per la cottura già dentro. Con la quantità dell’impasto vengono 2 basi per pizza del diametro di circa 25cm. Stendere metà impasto su un foglio di carta da forno facendo un disco. Spingere i bordi verso mozzarisellal’interno in modo che non abbiamo uno spessore più basso del’interno della pizza, altrimenti rischierebbero di bruciarsi. Trascinare il foglio sulla teglia e far cuocere 15-20 min. A cottura ultimata la base deve risultare dorata in  superficie. Cuocere il secondo impasto.

Togliere la base dalla teglia e disporla direttamente sulla gratella, farcirla con salsa di pomodoro, basilico fresco, origano, mozzarella vegetale a dadini (oppure, per un effetto ‘filante’ metterla prima in freezer e grattugiarla a julienne sopra la pizza) o  spolverare con parmigiano vegano. Infornare a 250° per  5-10 min. Buon appetito!

pizza di cavolfiore

 

fonte: https://blog.pianetadonna.it/msp/pizza-di-cavolfiore/

 

 

 

 

 

 

COME ALZARE LE DIFESE IMMUNITARIE: I CONSIGLI DI BOTTEGA DIETETICA – dieta

Nella carrellata dei fattori che possono influenzare il sistema immunitario, noi di Bottega Dietetica, non potevamo non parlare di DIETA e di come, il cibo e i nutrienti influiscano sulle nostre difesedieta per le difese arancia

  1. La dieta per le difese immunitarie

Mangiare sano,  a sufficienza e adeguatamente alle proprie esigenze individuali è essenziale per la propria salute e anche per avere delle buone difese immunitarie. Per quanto riguarda la dieta, MANGIARE SANO vuol dire nutrirsi con alimenti ricchi di nutrienti e liberi da additivi o residui chimici. Il consiglio è quello di scegliere gli alimenti che consumiamo anche in base a queste caratteristiche e non solo per il prezzo, non sempre quello che costa meno è peggiore ma non sempre quello migliore può essere al prezzo più basso. Permettendoci una riflessione, se vogliamo mangiare sano, dobbiamo essere consapevoli di quello che compriamo e informarci un po’ sulle caratteristiche degli alimenti, non importa diventare esperti, ma per saper scegliere, bisogna acquisire un minimo di informazioni… siamo qua  anche per questo. Un negozio come il  nostro, oltre ovviamente ad una indispensabile attività commerciale, ha anche la missione di fare corretta informazione, prendere parte ad una popolazione consapevole e informata sul cibo, fa bene a tutti, permette acquisti ragionati e scelte adeguate e crea benessere e salute. Quindi cerchiamo di capire cosa vuol dire mangiare ‘sano’: gli ingredienti, la provenienza, i trattamenti, fanno la differenza tra un prodotto e un altro.  Non fermiamoci agli ‘slogan’ pubblicitari stampati sulle confezioni ma verifichiamo l’etichetta, la lista degli ingredienti, le dieta per la felicitàcertificazioni dichiarate, verifichiamo che non ci siano contraddizioni tra quello che è pubblicizzato e quello che è realmente presente nel prodotto! Esaminiamo con spirito critico, confrontiamo prodotti simili e scegliamo in base alle nostre esigenze.

MANGIARE A SUFFICIENZA: uno degli aspetti della dieta più influenti sul sistema immunitario è la disponibilità energetica. In un’era in cui diete di tutti i tipi dilagano e l’ultima nata è sempre la migliore, dobbiamo sapere che la mancanza di energia è uno dei primi segnali di allarme per il corpo, che si allerta e si mette in risparmio, e uno dei primi meccanismi che si attivano è l’abbassamento delle difese immunitarie. La ricerca sulla nutrizione è andava molto avanti e quello che si dice oggi non si diceva anche solo 5 anni fa, è anche positivo che sempre più si parli di ‘dieta’ perchè stiamo capendo che è un aspetto importante per la salute, ma dobbiamo cominciare ad orientarsi nella grande confusione di informazioni che assalgono il consumatore. Diete troppo restrittive soprattutto protratte nel tempo, ammesso che facciano veramente dimagrire là dove ce ne sia bisogno, possono creare deficit importanti nell’organismo, a livello ormonale, nella composizione dieta proteine mixcorporea e anche nel sistema immunitario. Pericoloso soprattutto in certe fasce di età come anziani, bambini in crescita, ma anche donne in peri-menopausa, atleti-sportivi, donne in età fertile.

Le PROTEINE nella dieta sono essenziali per le nostre difese, sia animali che vegetali l’importante che siano presenti ‘sufficienti’ (che non vuol dire ‘in eccesso’) e, più è bassa la dieta in calorie, più è alto il bisogno di proteine. Le proteine si trovano nelle carni, nel pesce, nelle uova, nei latticini, nei legumi, nel tofu, nel seitan, nel tempeh e anche, in minima parte, nella frutta secca oleosa e nei cereali (grano, riso, farro….) , tra cui, particolarmente ricchi sono la quinoa e dieta quinoa e amarantol’amaranto.

Oltre a questo, ci sono micronutrienti particolarmente importanti per le difese immunitarie:

VITAMINA C –  la vitamina C stimola le difese immunitarie (oltre a facilitare l’assorbimento del ferro, a intervenire nella sintesi di alcuni ormoni e dieta vit C fontineurotrasmettitori, e ad agire ancora in altri modi). Molti vegetali hanno questa vitamina, che però si disperde facilmente in acqua e alle alte temperature. Le arance, naturalmente, sono ricche di vitamina C, ma anche i broccoli, le fragole, i frutti di bosco, il kiwi, la lattuga e i peperoni, senza dimenticare il peperoncino e la paprika piccante…”. Tra gli integratori, preferire quelli in cui la vitC è estratta anche da fonti naturali.

BETACAROTENE E VITAMINA A – Anche la vitamina A e il betacarotene, suo precursore (cioè punto di partenza, per la produzione della vitamina A nell’organismo) hanno mostrato effetti positivi sul sistema immunitario. Il betacarotene abbonda in frutta e ortaggi di colore giallo-arancione e verde, come le carote, la zucca e il melone, e nelle verdure a foglia verde, come le biete e le erbette.

dieta vit EVITAMINA E – “Custodita in abbondanza sotto il guscio della frutta secca, è uno dei nutrienti raccomandati dalle autorità sanitarie nella stagione fredda, perché rafforza le difese immunitarie. Nella frutta secca la vitamina E risulta facile da assorbire, perché è un micronutriente liposolubile (cioè solubile nei grassi), di cui è ricca la frutta secca. Una porzione di mandorle o di nocciole apporta più della metà del fabbisogno giornaliero di vitamina E”.

VITAMINA D  la vitamina D oggi è considerata un ormone, influisce sulla trascrizione genica ed ha almeno 40  tipi di recettori distribuiti in tutti gli apparati. E’ una vitamina liposolubile e si trova nei pesci azzurri, nel burro, latte e uova. La sua dieta vit Dsintesi endogena avviene sull’epidermide esposta alla luce solare, dato che oggi viviamo gran parte del tempo in ambienti chiusi, la sua carenza è frequente nella popolazione. E’ importantissima per il sistema immunitario su cui ha un effetto regolatorio: migliora le difese quando basse, ma normalizza la risposta immunitaria quando eccessiva , come nelle malattie autoimmuni. Se carenti, supplementarla solo dopo averne verificato i livelli nel sangue e su consiglio medico.

PROBIOTICI E PREBIOTICI – Fondamentali per le difese immunitarie. E’ proprio nell’intestino, grazie al nostro microbiota, che vengono prodotti gli anticorpi a difesa di tutte le mucose. Non è raro che chi soffre di gola, abbia problemi intestinali ….Per dieta fibre prebioticheproteggersi davvero, dobbiamo nutrire e rafforzare le popolazione intestinali ‘amiche’ e possiamo farlo con le fibre pre-biotiche contenute negli alimenti. Frutta, verdura, cereali integrali, sono cibi ad alto contenuto di fibra preziosa per il nostro microbiota. Alcuni ne sono particolarmente ricchi come cicoria, cipolla, asparagi, carciofi ,avena, soia…  dobbiamo abituarci a consumarne quotidianamente. Attenzione però per  chi soffre di problemi intestinali  o di intolleranze, oltre a scegliere gli alimenti più adatti, potrebbe  aver bisogno di controllare l’apporto di fibra e in questo caso, è consigliato il parere di un esperto.

GRASSI INSATURI – I grassi insaturi rinforzano la membrana delle cellule, che così diventa meno facilmente attaccabile da batteri e virus e sono ‘essenziali’  cioè dieta omega 3 omega 6insostituibili in molte funzioni, anche in quelle con controllano l’infiammazione e le reazioni infiammatorie. I più importanti sono gli omega 3, contenuti nei pesci grassi (di pescata…)  e in alcuni vegetali come avocado, semi di lino e di Chia, e gli Omega 6, contenuti nei semi,  nella frutta secca oleosa e negli oli di semi. Queste due tipologie dovrebbero essere sempre bilanciate per garantire una buona capacità antinfiammatoria.

Infine esistono ALIMENTI FUNZIONALI che hanno proprietà particolari come la dieta curcuma e zenzerocurcuma e lo zenzero antinfiammatori, le bacche e i frutti di bosco (e i loro estratti puri) ricchi di antiossidanti, l’aglio e  la cipolla antisettici naturali, il miele emolliente di cui esistono tipologie dalle proprietà antibiotiche, i funghi ricchi di beta-glucani riequilibranti sul sistema immunitario. Arricchire la dieta con questi cibi, assicurandosi sempre della qualità,  può dare un aiuto in più per affrontare la stagione fredda.

dieta salute difese immunitarieLa dieta, le scelte alimentari, la varietà e la qualità degli alimenti influiscono direttamente sulla nostra salute… facciamo scelte ragionate e al bisogno, facciamoci consigliare da persone del settore.

to be continued……. (prossimo argomento LA GESTIONE DELLO STRESS)

COME ALZARE LE DIFESE IMMUNITARIE: I CONSIGLI DI BOTTEGA DIETETICA – drenare

Secondo intervento sul sistema immunitario e su come prepararsi all’arrivo dell’inverno, per non farsi trovare suscettibili all’attacco di virus e batteri tipici della stagione fredda. DetoxQuesta sezione è dedicata all’eliminazione delle tossine e a quali possono essere i rimedi utili per favorirla

 

2. DRENARE LE TOSSINE

Il nostro corpo produce ogni giorno sostanze di scarto (tossine) tossine 2derivate dal metabolismo e ogni giorno assorbe tossine dall’esterno (inquinamento, farmaci, sostanze chimiche). Quando queste sostante sono in eccesso o i sistemi di eliminazione sono rallentati o non sufficienti, possono accumularsi all’interno del nostro organismo e alterarne la funzionalità.

Le tossine prodotte dal corpo, possono aumentare in queste situazioni:

  • attività sportiva intensa drenaggio stress fattori
  • pasti ipercalorici, cibo conservato o trattato
  • stress psico-fisico e condizioni di affaticamento
  • malattie organiche in generale
  • variazioni climatiche
  • emozioni negative

oppure derivare dall’esterno, come quelle di natura:

  • alimentare (additivi, coloranti, conservanti, pesticidi …)
  • ambientale (polveri, smog, virus e batteri, metalli pesanti, radiazioni…)
  • farmacologici (cataboliti di farmaci di sintesi, cosmetici, fumo di sigaretta ..)

L’accumulo di tossine crea problematiche e malessere

drenaggio sintomi accumulo tossine

Quando non vengono eliminate dagli organi deputati a fare pulizia (fegato, sistema linfatico, reni, cute, intestino, polmoni), le tossine aumentano di quantità, si depositano e con il tempo alterano la capacità dell’organismo di auto-detossificarsi; ha inizio così un processo di intossicazione lento, costante e progressivo. L’eliminazione di sostanze di scarto, favorisce anche la funzionalità del sistema immunitario e diminuisce l’infiammazione.

Se il corpo manda segnali di questo tipo, è bene provvedere subito  e migliorare i sistemi emuntori per esempio: vita sana

  • fare attività fisica regolare a media intensità e all’aria aperta in luogo lontano dallo smog
  • sudare: sia con l’attività fisica che con pratiche più intense come sauna, bagno turco
  • mangiare bene e cibo pulito nella giusta quantità
  • non consumare junk-food
  • rispettare orari e ritmi fisiologici
  • non fumare
  • per chi fa terapie farmacologiche seguire le indicazioni del medico e non fare auto-prescrizione che potrebbe essere inadeguata

vita sana ragazzo prato

Oltre a questo,  la natura ci offre tanti prodotti utili per stimolare il drenaggio dei vari organi emuntori. E’ possibile trovare nutraceutici e fitoterapici ad hoc per ogni situazione.

 

 

ATTENZIONEIL PARERE DEGLI ESPERTI

  • favorire  l’eliminazione di tossine può avere un effetto positivo sul sistema immunitario e su tutti gli organi, ma i metodi e i prodotti per stimolarle vanno scelti con attenzione e competenza
  • un diuretico potrebbe non avere un effetto drenante profondo,
  • in chi fa terapie farmacologiche potrebbe essere pericoloso stimolare la funzionalità epatica che influisce sull’emivita dei farmaci
  • chi ha bisogno di farmaci deve prenderli, può  però migliorare tutto il resto (stile di vita, dieta, funzionalità intestinale ecc )
  • se si stimola l’eliminazione di liquidi, poi vanno ripristinati per non creare scompensi idro-elettrolitici
  • l’approccio nutraceutico e fitoterapico dovrebbe essere accompagnato da un cambiamento nello stile di vita e alimentare

Per questi motivi, fatevi consigliare da esperti o da negozi specializzati, utilizzate prodotti di qualità e sicuri.

……. to be continued  (prossimo argomento DIETA  PER SISTEMA IMMUNITARIO)

COME ALZARE LE DIFESE IMMUNITARIE: I CONSIGLI DI BOTTEGA DIETETICA – intestino

E’ tempo di pensare alla stagione fredda che sta arrivando: non facciamoci trovare impreparati e suscettibili a virus e batteri tipici dell’inverno. difese immunitarie starnuto

Il nostro sistema immunitario è in prima linea nella difesa da agenti esterni ma anche da errori interni e risente di molteplici fattori,  tra cui l’alimentazione e lo stile di vita sono fondamentali. Si può rafforzare il sistema immunitario intervenendo su quei fattori che più influiscono su questo apparato per migliorare lo stato di salute e le nostre difese immunitarie scudocapacità di difesa.

Di seguito, nelle prossime settimane, i consigli degli esperti di Bottega Dietetica su come rafforzare le difese immunitarie, analizzati punto per punto.

  1. RAFFORZARE L’INTESTINO

L’INTESTINO è uno degli apparati più importanti per la nostra salute: è sede di circa l’80% de sistema immunitario, è punto cruciale della gestione dell’infiammazione, è difese immunitraie intestino florail primo punto di contatto delle sostanze esterne con il nostro organismo, è sede di riconoscimento e assorbimento delle sostanze che provengono dall’esterno e sito di produzione di sostanze indispensabili per tutti gli organi. Curare l’intestino significa curare l’intero organismo, esso instaura relazioni dirette e condivide molecole messaggio con tutti gli altri distretti, soprattutto con il nostro cervello. difese immunitarie intestino cervelloOggi sappiamo che un’intestino infiammato può favorire malesseri a livello centrale come mal di testa, ansia, depressione, aumentata suscettibilità allo stress e, ovviamente, alterare il sistema immunitario.

Per avere un intestino sano, prima di tutto è importante MANGIARE BENE: evitiamo cibo con tanti additivi, cibi conservati, coloranti, pesticidi, è vero che oggi il cibo non è più quello di una volta, ma quando si può scegliere, scegliamo cibo ‘pulito’. prebiotici.jpgLa FIBRA contenuta nei vegetali è pre-biotica, serve per sostenere il microbiota intestinale (l’insieme dei microrganismi che popolano il nostro intestino e che partecipano al suo metabolismo), non si può avere un intestino sano e forte se non si mangia frutta, verdura e cereali integrali. Attenzione alle proprie sensibilità, non per tutti va bene l’integrale, non per tutti va bene tutto, una buona rotazione settimanale dei cibi favorisce la tolleranza, ma possono esserci sensibilità individuali da considerare e, in questo caso, l’esclusione non è sempre è la soluzione migliore, ma almeno bisogna trovare alternative. Situazioni come il cambio di stagione, cure antibiotiche, patologie croniche, allergie, stress, dieta sbilanciata, mettono a dura prova il nostro intestino e i suoi abitanti.

difese immunitarie batteriInfine, dalla NUTRACEUTICA arriva un aiuto oggi indispensabile per la salute intestinale che sono i prodotti pro-biotici, monoceppo o multiceppo, sono supplementi di flora batterica utile per ripristinare le nostre popolazioni di batteri intestinali, fondamentali per le difese immunitarie. Non tutti i probiotici sono uguali però, quelli veramente utili, sicuri ed efficaci hanno caratteristiche ben precise come essere ceppi isolati di tipo umano con una buona capacità di attecchimento e di passare la barriera gastrica. Per l’acquisto, fatevi consigliare da un rivenditore informato e preparato o da un professionista della nutrizione.

….. to be continued (prossimo argomento DRENAGGIO DELLE TOSSINE)

 

HAI MAI BEVUTO ACQUA ALCALINA?

acqua pura in bicchiereTra le tante novità di questo autunno, l’assortimento di Bottega Dietetica – negozio BIO a San Giovanni Valdarno, in Piazza della Libertà – si arricchisce di un’acqua preziosa: l’acqua più alcalina d’Italia, con un pH di 8,7 e un residuo fisso di 57 mg/L si propone come preziosissima alleata per il benessere e l’idratazione.

Bere acqua alcalina può migliorare il sistema tampone dell’organismo acqua dynamo sala riunionied essere utile in molte situazioni in cui c’è necessità di mantenere l’equilibrio idrico e minerale

La ricchezza di minerali preziosi disciolti e la facile assimilabilità ne fanno un valido aiuto per la salute e il benessere. Aggiungere anche questo tipo di acqua all’assunzione idrica giornaliera può migliorare le funzioni dell’organismo e favorire l’idratazione, la resistenza alla fatica, la rimineralizzazione, l’equilibrio idro-elettrolitico e la capacità tampone.

acqua dynamo ragazzo che beveIndicata soprattutto per gli sportivi e le persone attive.

Non lasciarti sfuggire questa risorsa di benessere, semplice ed economica, ti aspettiamo nel nostro punto vendita di San Giovanni Valdarno, in Piazza della liberta’ 22 E/F . Per info 055/9118197

PROTEINE VEGETALI IN POLVERE SENZA SOIA

proteine in polvere 2I supplementi proteici, che si trovano prevalentemente in polvere, possono essere di aiuto in molte condizioni: ad esempio per chi fa sport o per chi non ne assume a sufficienza con la dieta, come in caso di diete restrittive e vegane, o per chi non riesce a mangiare abbastanza, come gli anziani.   Tra i prodotti in commercio, è facile trovare le proteine derivate del latte, tra l’altro le più alte in qualità biologica, ma sconsigliate a chi non tollera i latticini. Tra le proteine vegetali, quelle derivate della soia potrebbero avere effetti indesiderati a lungo termine, come si sa infatti, la soia è deleteria per la funzionalità tiroidea e non sempre indicata per il suo contenuto di fito-estrogeni.

Bottega Dietetica, continua nella sua mission di selezione di prodotti di qualità e alternativi, per andare incontro alle esigenze nutrizionali di ciascun cliente, propone le  PROTEINE IN POLVERE 100% VEGETALI SENZA SOIA, recente prodotto Enervit, proteine vegetali Enervitcostituito da un blend di proteine da 4 diverse fonti vegetali (riso, pisello, cacao, patata), apportano un mix equilibrato di aminoacidi: buona solubilità, buonissimo sapore, possono essere usate come tali disciolte in acqua o latte vegetale oppure nell’impasto di un pancake proteico!

SHAKE PROTEICO DI BOTTEGA DIETETICA: proteine vegetali 100% V-Blend Enervit 25g  al cioccolato+ latte di mandorla 250 mL + 1 banana + cioccolato 100% 1 cubetto (10g) + 1 caffè amaro = ENERGIA PURA – GUSTO GARANTITO!!